Le vostre domande sul mal di testa: intolleranze e scuola

Ancora due domande sul mal di testa, molto diverse, che ricevo di frequente. Sfatiamo il mito del mal di testa legato alle intolleranze e occupiamoci del mal di testa “da post scuola”.

Le intolleranze alimentari possono causare il mal di testa?

Esistono molti dati scientifici in materia, ma molto discordanti. Da emicranica e come medico esperto in cefalee, vi dico che il più delle volte il paziente sa se c’è una correlazione con alcuni alimenti o bevande che assume, perché si accorge di una stretta ricorrenza.

Sicuramente tutti gli eccessi sono banditi! Non va bene un eccessivo consumo di caffè, un eccessivo consumo di latticini e carboidrati. Gli alcolici (di solito di più i bianchi o i superalcolici) o le spezie come pepe e peperoncino, che provocano vasodilatazione, possono scatenare un attacco di emicrania. (Giorgia B.)

 

Mia figlia ha spesso mal di testa quando la vado a prendere a scuola; quando torna a casa le passa. Quale può essere la causa?

Può dipendere da diversi fattori che possono fra l’altro mescolarsi fra loro: situazioni conflittuali a scuola (compagni di scuola, insegnanti), profitto scolastico (ad esempio, se c’è una grande aspettativa genitoriale sul ragazzo o stress da prestazione scolastica), eccessiva attività sportiva che impatta sulla stanchezza e relativo andamento scolastico. L’orario e la relazione con i pasti va anch’essa attentamente valutata perché la metà dei ragazzi che vedo in ambulatorio non fa la colazione al mattino! (Elio T.)

 

Inviate le vostre domande compilando il modulo di contatto in fondo alle pagine del sito o dal profilo facebook https://www.facebook.com/luisa.fofi