5 cose da sapere sull'agopuntura

Sapevate che con l'agopuntura, se praticata da medici con regolare diploma, si possono curare tante malattie, compresa la cefalea? Aghi, tempistiche, interazioni con i farmaci... ecco i punti fondamentali di questa tecnica.

1/0

L’agopuntura è una metodica terapeutica della Medicina Tradizionale Cinese che serve per curare varie malattie; in Italia può essere praticata esclusivamente da medici, che dopo un percorso di diversi anni ottengono un diploma di agopuntori.

Scopriamo 5 curiosità che sembrano scontate, ma è bene sottolineare quando si parla di agopuntura:

1. Aghi

In agopuntura si usano aghi molto sottili, sterili, monouso; è da sottolineare che non si inietta alcun farmaco, pertanto il beneficio deriva solo dall’azione dell’ago e dalla combinazione degli aghi fra loro.

2. Meridiani e punti di agopuntura

Gli aghi si mettono in punti definiti su tutto il corpo (sugli arti, sul capo, sul tronco) lungo dei precisi percorsi (non visibili), i meridiani, che guidano l’agopuntore nel porre l’ago nel corretto punto. Alcuni meridiani arrivano sulla testa partendo da piedi e mani, altri partono dalla testa e vanno agli arti.

3. Dove si mettono gli aghi

Si può praticare l’agopuntura solo su una zona corporea, ad esempio nelle patologie dolorose si mettono gli aghi nella zona circoscritta oppure si possono abbinare più aghi su diverse parti del corpo per favorire il corretto ripristino del funzionamento degli organi.

4. Abbinamento di altre tecniche

Oltre agli aghi si possono utilizzare altre metodiche che possono favorire la guarigione, la coppettazione, l’elettroagopuntura, l’auricoloterapia, che sono tecniche che si possono utilizzare durante la stessa seduta o in sedute diverse, a seconda della scelta del medico e del tipo di percorsi di studi del medico.

5. Interazioni con farmaci

L’agopuntura si può iniziare se si stanno prendendo farmaci, non c’è alcuna interazione con la terapia farmacologica visto che non si inietta alcun farmaco.

Nel caso in cui si abbini l’agopuntura con le erbe o rimedi della farmacopea cinese bisognerà valutare caso per caso.

In questa occasione, vi "regalo" un punto in più, importante da tenere presente

6. Tempistiche

L’agopuntura funziona meglio se fatta in fase acuta, impiega più tempo a dare i suoi benefici, in caso di patologie cronicizzate nel tempo.